Zoomafia

 

L’unico libro che abbia mai affrontato in modo dettagliato lo sfruttamento degli animali da parte della criminalità organizzata. Mafia, Camorra e N’drangheta non devono il loro immenso patrimonio solo al traffico di droga e all’estorsione ma anche ai combattimenti clandestini tra cani, alla gestione dei canili lager, al traffico di animali esotici e altro ancora. Un quadro agghiacciante, sconosciuto e in parte sottovalutato dalle stesse forze di Polizia. Il libro ha ricevuto numerose recensioni e notevole attenzione da parte della stampa. L’autore, da sempre impegnato nel contrasto del traffico e dello sfruttamento animale, è stato citato da Nuova ecologia tra gli eroi mondiali dell’ambiente.

Prima edizione: luglio 2000
Formato: 15×21 cm
Pagine: 192
Rilegatura: brossura
ISBN: 88-87947-05-8
ISBN: 978-88-87947-05-2

 

2.0015.00

Svuota
COD: N/A Categorie: ,

Con il termine “zoomafia” si designano tutti i fenomeni di sfruttamento degli animali per ragioni economiche, di controllo sociale, di dominio territoriale. L’utilizzo di animali per scopi illegali, accomuna associazioni criminali come Cosa nostra, Sacra corona unita, N’drangheta e Camorra, ed evidenzia l’inquietante capacità della criminalità organizzata di adeguarsi alle nuove realtà sfruttando nuove occasioni di guadagno.
Per la prima volta nel nostro Paese un libro affronta questo complesso intreccio, analizzando non solo fenomeni tristemente noti come i combattimenti clandestini tra cani, ma anche realtà più in ombra quali i canili lager, l’allevamento di “colombi spacciatori” e il traffico di animali. Ne risulta un quadro allarmante, tanto più che le stesse forze di Polizia, sfavorite da una normativa inadeguata, sembrano sottovalutare un fenomeno dai risvolti agghiaccianti. Il libro ha ricevuto numerose recensioni e notevole attenzione da parte della stampa.