Back Cover
Anteprima
In offerta!

Tra Arte e Terapia. Utilizzi clinici dell’autoritratto fotografico

Nel panorama delle Arti-Terapie, l’auto-produzione e la manipolazione di fotografie da parte dei pazienti, è una tecnica fino ad ora misteriosamente trascurata. Questo “manuale” è il primo tentativo concreto di fornire agli operatori del settore una serie di linee guida in materia di foto-video-terapia. Il nucleo centrale delle tecniche proposte verte intorno al tema degli autoritratti, ovvero delle raffigurazioni di sé prodotte dai pazienti mediante diverse tipologie di strumenti digitali. I substrati teorici e le possibilità di applicazione clinica di questa modalità di intervento vengono analizzati e spiegati in dettaglio da diversi autori.
Lo scopo del testo, che si avvale della collaborazione di Judy Weiser, Carlo Riggi, Carmine Parrella e Anna D’Elia, è quello di invitare i lettori a prendere coscienza delle potenzialità terapeutiche insite in questi strumenti e iniziare a sperimentarne applicabilità e limiti in diversi contesti clinici.

 

Prima edizione:
luglio 2010
Formato: 17×24 cm
Pagine: 128
Rilegatura: brossura
ISBN: 878-88-87947-46-5

 

18,00 9,00

Prima del XVI secolo nessuno aveva idea della propria immagine. Poi, con l’invenzione dello specchio, per la prima volta l’uomo si è visto “da fuori”, un’immagine di sé di cui non aveva alcuna consapevolezza. Ma è con la fotografia, alla fine del XIX secolo, che la nostra immagine esteriore assume grande importanza. La fotografia, uno specchio dotato di memoria, cattura il nostro sguardo, la nostra postura, i nostri lineamenti e ci restituisce, spesso, un estraneo nel quale stentiamo a riconoscerci. Quante volte restiamo sorpresi dalle nostre stesse fattezze immortalate in uno scatto? Quante volte l’immagine restituita da una fotografia non corrisponde all’immagine che abbiamo di noi stessi? Che fare di quel senso di estraneità?
E’ proprio su questo che può lavorare il terapeuta che utilizza il ritratto e l’autoritratto fotografico come strumento di crescita e consapevolezza. Un percorso che ci aiuta a ri-conoscerci e ri-congiungerci con l’immagine che anche il mondo ha di noi.